Fattura Elettronica e Detrazione IVA

Le novità in materia di registrazione delle fatture emesse e ricevute, con l’introduzione della fattura elettronica, sono diverse ed importanti. fattura elettronica e detrazione iva

Di seguito brevemente le principali novità introdotte definitivamente con la legge di conversione del DL 23.10.2018 n. 119.

In primo luogo, si stabilisce che a decorrere dall’1.7.2019, la fattura potrà essere emessa entro 10 giorni dall’effettuazione dell’operazione, ma tale differimento del termine di emissione non muta il momento di esigibilità dell’imposta, né i termini per la conseguente liquidazione. Fattura elettronica e Detrazione IVA
In caso di emissione della fattura entro i 10 giorni successivi all’effettuazione dell’operazione, nel documento occorrerà indicare specificamente la data di effettuazione della cessione di beni o della prestazione di servizi
o la data in cui è corrisposto in tutto o in parte il corrispettivo, in quanto diversa dalla data di emissione.

La legge modifica anche il termine di registrazione delle fatture emesse che sono annotate, nell’ordine della loro numerazione, non più entro 15 giorni dall’emissione, bensì entro il giorno 15 del mese successivo a quello di effettuazione dell’operazione, e con riferimento al medesimo mese. Fattra elettronica e Detrazione IVA

Per le fatture di acquisto la norma  abolisce l’obbligo di numerazione progressiva delle stesse e delle
bollette doganali ricevute.

Molto importante, inoltre, la nuova disciplina in materia di detrazione dell’IVA sugli acquisti: infatti, si prevede che anche l’imposta relativa ai documenti di acquisto ricevuti e annotati entro il 15 del mese successivo a quello di effettuazione dell’operazione può essere computata in detrazione entro il termine previsto per la liquidazione periodica relativa al mese di effettuazione.

Pertanto, se una fattura di acquisto con data 27 marzo 2019, è ricevuta dal cessionario, mediante il sistema di interscambio, il 4 aprile 2019, la stessa dovrà essere registrata con data almeno 04 aprile 2019, ma l’iva potrà essere detratta con riferimento al mese di marzo, o primo trimestre 2019 a seconda del tipo di regime iva prescelto dal contribuente.

Ma Attenzione: La nuova disposizione non si applica per i documenti di acquisto relativi ad operazioni effettuate nell’anno precedente